Si salpa!

Si salpa!
Si salpa!

Ci siamo quasi, avevo detto. Be’, ora ci siamo!
Da questa mattina il libro di quel povero diavolo è disponibile in tutte le librerie del Regno Capitale, e probabilmente anche del vostro strano mondo.
È una pena che non si sia fermato più a lungo per assistere al lancio sul mercato. C’è stato persino qualche ferito.

Io la storia la conosco bene, ormai — be’, naturale, l’ho vissuta — ma a parte questo trascurabile dettaglio la conosco proprio. L’autore mi ha fatto una testa così per mesi, e alla fine ho iniziato a sentirla ancor più mia. Tant’è che ho fatto in modo che anche voi possiate leggerla.

Condividere fa parte della nostra natura, che si tratti di un pezzo di pane, di un abbraccio o di una risata; e a me di risate ne ha fatte fare parecchie, anche se mentre la vivevo non mi sembrava così divertente.
Suppongo che le storie guadagnino spirito al raccontarle, quando puoi immedesimarti senza il rischio di essere trascinato via dalla corrente di un fiume, ahem.

Così ho deciso di condividere la mia avventura con voi, e spero che se vi piaccia anche voi la condividiate con qualcuno.
Adesso questa storia è come una nave alla deriva, non lasciamola arenarsi, soffiamo tutti insieme sulle sue piccole vele!

Si salpa!

 


 

Puoi trovare “Non tutti i principi nascono azzurri” su praticamente ogni store esistente, grazie a Narcissus e alla sua rete di negozi. Tra i molti:

Compra su Amazon!Compra su StreetLib!
 

 

Rispondi