Tutti i post in: ebook

AAA cercasi un libro per l’estate disperatamente

AAA cercasi un libro per l’estate disperatamente

sconto estate 1,99 € ebook

Sono mesi che titubi, indeciso su cosa leggere, e la tua estate da lettore sta per finire a quota zero?
Oppure hai già visitato decine di paesi, non con le tue gambe, ma con occhi affamati, riga dopo riga…

Indipendentemente da che tipo di lettore tu sia, c’è ancora tempo!
Aggiungi un libro alla tua collezione, goditi questa sfrenata avventura a soli 1,99€!

Trovi l’epub o il mobi (per Kindle) su:
My book is: Non tutti i principi nascono azzurri

E come sempre, rispolveriamo i link a disposizione:

Compra su Amazon! Compra su StreetLib!

L’analogico incontra il digitale

L’analogico incontra il digitale

non tutti principi azzurri formato cartaceo e digitale ebook

Stavolta l’autore ha esagerato.

In occasione della pubblicazione cartacea del libro mi aveva ritratto assieme a Eddie con fattezze ancora più diverse dal solito, addirittura due occhi a U rovesciata che non ricordo aver mai avuto. I miei occhi sono tutti neri, senza bianco e senza iride, come ci si aspetta da ogni essere umano. No? NO??

Stavolta, per commemorare il fatto che ogni lettore, indipendentemente dai gusti, possa godere della sua versione dei fatti (ci tengo a ribadirlo, non ammetterò mai che le cose siano andate davvero così. È tutto romanzato, credetemi!) mi ha nuovamente ritratto, non solo sproporzionato, ma anche come un ammasso di quadratini colorati!!

Digitale, dice lui… Ma dove le vede le dita? 4 quadratini non bastano a rappresentarle, capra!

Ci sono troppe cose che non capisco del vostro mondo. Ma riferisco ugualmente il messaggio:

Giubilate gente (sì, si esprime così), da qualche giorno “Non tutti i principi nascono azzurri”, fedele resoconto delle avventure di un principe non azzurro, è disponibile tanto in formato analogico (cartaceo) quanto in digitale (ebook).
Le scuse sono finite: l’odore della carta vi perseguiterà.

 Quindi, dal quel che ho capito, da oggi anche chi detesta le cornici elettriche piene di letterine nere evanescenti potrà leggere il romanzo storico che mi riguarda, in tradizionali libri di carta e letterine nere sedentarie.

Ora sì che si ragiona!

Ci siamo quasi…

Ci siamo quasi…

Layne Cantrell

È scomparso.

Quel degenerato dell’autore è scomparso.

Mi ha tartassato per mesi chiedendomi com’era andata la vicenda in quel punto, chi aveva detto cosa in quell’altro, su come tutto doveva essere più fedele possibile a come si erano svolti in effetti i fatti, ché lui era uno storico serio e non scendeva a compromessi, su come questo libro sarebbe stato il suo biglietto d’ingresso per la fama e la ricchezza, e ora…

Ora se ne va e mi lascia il suo cavolo di manoscritto e un sito neonato da gestire?!

Ma stiamo scherzando?

Cosa dovrei farci io con ‘sto malloppo di carte e appunti? Non so nemmeno se è finito!
Ah, certo, ha fatto una scheda per ogni persona presente nel libro — be’, quasi ogni persona — ma questo sito è lungi dall’essere finito!

E il libro, vogliamo parlarne?

Era pieno di strafalcioni, sviste, boiate… E se devo essere sincero non credo di uscirne molto bene. Andiamo, non sono così lamentoso e indolente!

Dopo tanta insistenza da parte sua, però, dopo troppi discorsi su come questo libro rivoluzionerà il modo di raccontare la storia, bla-bla-bla… Lo ammetto! L’ho presa a cuore pure io.
Solo io, a quanto pare, visto che lui se l’è svignata. A divertirsi nel bayou, è andato, il disgraziato.

Quindi è toccato a me leggerlo, rileggerlo, farlo correggere da gente in gamba, togliere quante più critiche nei miei confronti possibili,  dargli una forma degna e infine pubblicarlo. Quasi pubblicarlo.

Ci stiamo lavorando.

Ci siamo quasi…